• Post category:Telefonia

Galaxy S7

A prima vista, il Galaxy S7 sembra identico al Galaxy S6. In realtà, un occhio più attento noterà diverse differenze estetiche e funzionali. Invece del vetro flat, Samsung ha scelto un vetro 2.5D con lati leggermente arrotondati per proteggere il pannello Super AMOLED. Tutti e quattro i lati della superficie sono stati sagomati per emulare la forma di una goccia d’acqua tridimensionale. Il processo produttivo, noto come 3D Thermoforming, ha permesso di curvare anche il vetro posteriore. Grazie a queste modifiche, il dispositivo offre un grip maggiore e sembra più sottile, sebbene abbia uno spessore superiore a quello del Galaxy S6 (7,9 contro 6,8 millimetri). Ciò viene ulteriormente accentuato dalla minima sporgenza (solo 0,46 millimetri) della fotocamera posteriore.

L’assenza dello slot microSD nel Galaxy S6 era stata giustificata dall’uso dei nuovi materiali e dalla presenza di una memoria interna UFS 2.0 decisamente più veloce. Samsung ha però ascoltato i suoi utenti, inserendo lo slot microSD nella parte superiore del Galaxy S7. Per l’esattezza si tratta di uno slot ibrido, in quanto può ospitare una scheda microSD (fino a 200 GB) e la SIM card. In alcuni paesi è possibile utilizzare anche due SIM card. Un altro gradito ritorno è la resistenza all’acqua e alla polvere. Il Galaxy S7 ha infatti ricevuto la certificazione IP68, quindi può essere immerso in acqua fino ad una profondità di un metro per 30 minuti.

Il Galaxy S7 possiede uno schermo da 5,1 pollici con risoluzione Quad HD (2560×1440 pixel, 577 ppi), lo stesso del Galaxy S6, ma c’è una piccola differenza: il pannello Super AMOLED è Always-On. Anche quando lo smartphone è bloccato, l’utente può vedere ora, data, livello della batteria e tutte le notifiche. Il consumo è minimo, dato che viene attivato solo un microcontrollore a bassa potenza e il sensore di prossimità spegne completamente il display se viene coperto. È possibile scegliere il design preferito e disattivare la funzionalità nelle impostazioni.

La versione del Galaxy S7 che arriverà in Italia integrerà un processore octa core Exynos 8890 a 2,3 GHz, mentre negli Stati Uniti verrà commercializzata la variante con il quad core Snapdragon 820 a 2,15 GHz. La dotazione hardware comprende inoltre 4 GB di RAM LPDDR4 a 1.800 MHz e 32/64 GB di memoria flash UFS 2.0. La connettività è garantita dai modulo WiFi 802.11ac, Bluetooth 4.2, GPS, NFC e LTE Cat. 9 (450/50 Mbps).

La fotocamera posteriore ha una risoluzione di 12 megapixel, inferiore ai 16 megapixel del Galaxy S6, ma la dimensione dei pixel è ora 1,4 micrometri e le lenti hanno un apertura di f/1.7. Il Galaxy S7 permette quindi di scattare foto più nitide e più luminose, anche in condizioni di scarsa illuminazione. La tecnologia Dual Pixel, utilizzata nelle reflex di fascia alta, velocizza la messa a fuoco sfruttando ogni pixel del sensore per la phase detection. La fotocamera frontale mantiene la risoluzione di 5 megapixel, ma l’apertura è stata ridotta a f/1.7.

Samsung ha incrementato la capacità della batteria rispetto al Galaxy S6, portandola da 2.550 mAh a 3.000 mAh. Nonostante l’assenza di una porta USB Type-C, il produttore assicura che la velocità di ricarica (wired e wireless) è stata incrementata. Non mancano invece il lettore di impronte digitali per lo sblocco dello smartphone e i pagamenti con Samsung Pay, il sensore per la rilevazione dei battiti cardiaci e il LED RGB per le notifiche. Dimensioni e peso sono 142,4×69,9×7,9 millimetri e 152 grammi, rispettivamente.